Stampa questa pagina

Programmi seminari e laboratori modulo C

 Programmi docenti  a.a. 2017-2018

MODULO C

Corso di Lingua inglese per il turismo – affidato alla prof.ssa Carol Markino

Corso di Lingua spagnola per il turismo - affidato al prof. Antonio Jiminez

Corso di Lingua francese per il turismo - affidato alla prof.ssa Virginie Rolland

Corso di Lingua russa per il turismo - affidato alla prof.ssa Anna Alexandrova

  • Al di là delle lingue d’insegnamento (i corsi verranno attivati in base alla richiesta degli studenti), tutti i corsi di lingua affronteranno il tema della comunicazione specialistica in ambito turistico. Il livello minimo di conoscenza linguistica necessario per frequentare il Master è il B1 (secondo il Quadro Comune Europeo di Riferimento per la Conoscenza delle Lingue, QCER) sia per l’italiano che per le lingue straniere. 

  • Il personale docente per l’insegnamento delle lingue straniere viene selezionato per le competenze didattiche e metodologiche specifiche della L2/LS ed è inoltre esperto di traduzione tecnico-speciali.

  • Attraverso il task-based approach lo studente potrà consolidare le quattro abilità linguistiche di partenza ed integrate, ed espandere sia le competenze comunicative settoriali che le conoscenze specialistiche. Inoltre acquisirà la consapevolezza che l’interazione turistica è ineludiblemente connessa alla comunicazione interculturale. Il sillabo delinea diversi percorsi didattici che, oltre a far riflettere sulla struttura sintattico-grammaticale della L2/LS (riflessione metalinguistica che si estende anche alla madrelingua), opererà nel campo della terminologia turistica avvalendosi di testi microlinguistici, di documenti autentici e risorse utilizzati nel settore, quali contratti, brochure, giornali di bordo, dépliant e siti web.

  • Le lezioni di lingua potenzieranno le forme di comunicazione specialistica in ambito turistico su due fronti. Da un lato, infatti, si riconnettono alle tematiche affrontate nei moduli A e B (economia, servizi e prodotti, legislazione, ecc.), costituendone così un’essenziale integrazione, e offrono quell’approfondimento terminologico e culturale imprescindibile per introdurre il futuro professionista nel contesto d’azione estero (paesi di lingua inglese, spagnola, francese, russa, ecc.) e nazionale; dall’altro, focalizzano l’approccio comunicativo su contesti situazionali concreti (Alloggi turistici, mezzi di trasporto, diversificazione turistica, guide e operatori turistici, il punto di informazione turistica, il déplian turistico, ecc.). In particolare, vi si affineranno le strategie del Problem Solving (definizione del problema, determinazione degli effetti, proposte di soluzione: suggerimenti e valutazioni), della comunicazione a seconda dei canali comunicativi (conversazione telefonica, email, ecc.) e delle situazioni professionali (riunioni di lavoro, clienti, presentazione di un’offerta turistica, ecc.); si rafforzeranno altresì le tecniche d’argomentazione (negoziare, fare presentazioni, ecc.) e si incrementeranno le strategie per la rapida comprensione testuale.

  • Le lezioni di lingua affronteranno anche aspetti della traduzione specialistica in ambito turistico limitati a brevi testi informativi e pubblicitari.

  • Valutazione formativa in itinere e sommativa. Sulla base di una competenza digitale acquisita, oltre alle competenze specifiche linguistiche sviluppate durante il corso, gli studenti presenteranno un progetto originale in lingua.

 

CORSO DI ALFABETIZZAZIONE INFORMATICA

Per l'a.a. 2017-2018 affidato al prof. Andrea Femminini