Stampa questa pagina

Programmi seminari e laboratori modulo B

Programmi docenti  a.a. 2017-2018

Michele Barchiesi Programma: Turismo Eno-gastronomico &Territori Rurali

LEZ. 1 Il potenziale strategico dei Territori rurali

Cibo, vino, olio e canapa: strumenti di valorizzazione dei territori; Sinergia territoriale; agricoltura biologica&turismo sostenibile; le strutture ricettive in contesti agricoli: cantina, agriturismo e country house, l'importanza della personalizzazione dell'esperienza autentica: esempi pratici.

LEZ. 2 (insieme a Davide Cannata)

Territori e Città: legame vincente

Sinergie tra settore produttivo e ospitalità. Presentazione di caso studio; ricerca e sviluppo di spazi per la promozione dei prodotti/progetti dal territorio. Come si crea un evento di promozione del territorio; Personalizzazione dell'esperienza e esclusività, analogie e differenze; promozione stategica.

Davide Cannata. Titolo del laboratorio: Tourism Experience Economy

1. EXPERIENCE ECONOMY

a. Breve introduzione teorica sull’economia dell’esperienza.

2. LA CREAZIONE ED IL MARKETING DELLE ESPERIENZE TURISTICHE

a. Marketing IS the experience.

b. Case study: Marketing&Sales a bordo delle navi Costa Crociere.

3. TURISMO DI LUSSO: NUOVE TENDENZE ED OPPORTUNITA’

a. Rinnovamento di una destinazione attraverso una rilettura creativa/esclusiva del patrimonio artistico culturale.

b. Glocal tourism

c. Case study: Crossing Condotti Hotel in Rome.

Donatella Capone. coordinatore progetti annuali dei corsisti

Laboratori sui progetti/elaborati finali: Donatella Capone è la coordinatrice dei progetti/elaborati finali richiesti a completamento del percorso del Master. Tre delle lezioni sono dedicate all’organizzazione dei progetti finali dei corsisti che affiancherà nelle diverse fasi di ideazione, progettazione, realizzazione ed esposizione davanti alla Commissione esaminatrice del Consiglio del Master.

Cinzia Ciani. Programma

Lezione 1: Event Coordination

Lezione 2: Wedding Planning

Guglielmo Del Fattore. Titoli dei Laboratori: Marketing del Turismo e del Territorio, Business Planning Alberghiero

1) Scenario e impresa ricettiva:

Descrizione dello scenario turistico globale del 2020, i trend che condizionano il mercato e l'industria del turismo. Descrizione dello scenario Italiano e dell'ambiente in cui operano le imprese ricettive alberghiere ed extralberghiere. Il superamento dei modelli tradizionali italiani per l'integrazione tra specificità italiane e turismo globalizzato

2) Standard internazionali

La qualità. L'obiettivo di offrire un'esperienza completa portandosi sul livello offerto nei mercati internazionali più evoluti in ambito di comfort, servizi e diversificazione delle proposte. Dalla grande catena alberghiera al B&B

3) Business planning e controllo di gestione delle imprese ricettive:

La creazione del piano d'impresa, i passi necessari da compiere e le operazioni di sviluppo relative a questo specifico settore. con un occhio attento al piano di marketing. La definizione degli obiettivi strategici e gli strumenti necessari per le operazioni di controllo di gestione e contenimento dei costi. L'obiettivo 

4) L'area Sales dell'Impresa ricettiva: Segmentazione, Revenue Management e distribuzione:

Partire dalla gestione dinamica della leva tariffaria e un attenta selezione canali di vendita per raggiungere l'obiettivo della profittabilità aziendale. In questa lezione verificheremo come l'operazione di segmentazione dei canali sia una delle principali per il settore turistico

5) Comunicazione:

L'applicazione operativa delle strategie di makerting, le tecniche e gli strumenti più utilizzati nel comparto turistico per comunicare ai clienti, a partire dalla comunicazione attraverso il web ed i social network

6) Front Office Management e Customer Relationship Management

Il Cliente al centro dei processi aziendali. La gestione del contatto con il pubblico a partire dal check in fino al check out in tutti i reparti. L'attenzione ai desideri degli ospiti e la loro previsione, come gestire un cliente per ottenerne di nuovi, offrendo ad ogni tipologia di cliente il servizio più opportuno. Gli usi e i costumi a seconda della provenienza e della motivazione di viaggio

Bibliografia di riferimento:

  • Marketing Management - F. Kotler, K. Keller - Pearson
  • Ricettività e imprese alberghiere, produzione, strategie e politiche di marketing - C. Benevolo e M. Grasso - Franco Angeli
  • Hotel Revenue Management. Un approccio consapevole - P. Desinano -  Franco Angeli
  • Il management dell'impresa alberghiera - I. Di Pietro - Hoepli
  • Profit Management Alberghiero. Filosofia, tecniche e strategie per l'ottimizzazione dei ricavi dell'albergo - V. Molinari -  Franco Angeli
  • Marketing del Turismo -  F. Kotler, J. Bowen, J. Makens -  Pearson
  • La guida del Sole 24 Ore al Business Plan - G. Bronconi, S. Cavaciocchi - Il Sole 24 Ore
  • Digital Marketing Turistico -  A Travaglini, S. Puorto, V. D'Amico - Edizioni LSWR
  • Il Controllo di gestione nell'impresa alberghiera - F. Manca - IPSOA
  • Sociologia del Turismo -  A. Savelli - Franco Angeli
  • Ricerca “Innovazione, ospitalità e territorio” – Autori vari - Regione Lazio, Turis.forma 2015
  • Nessun Problema - N. de Rienzo - Add editore

Si suggerisce fortemente la lettura dei blog spiecalistici:

Inoltre si suggerisce fortemente la lettura della rivista mensile Limes

Alessandra Fanunza

Programma:

Elementi di tecnica turistica volti alla costruzione di un itinerario per singoli e gruppi, con tutti i servizi turistici annessi. Pianificazione e gestione di un evento e di un congresso, sia incoming che outgoing come DMC e come MICE.

Fase introduttiva

  • Evoluzione dei sistemi turistici
  • Statistiche del turismo
  • Aspetti economici e sociali
  • Incoming e Outgoing
  • Agenti turistici: professioni turistiche e normative inerenti.

Fase tecnica e laboratorio

  • Trasporti ferroviari e aerei. Costruzione di un itinerario transoceanico
  • Viaggi Leisure. Costruzione di un itinerario incoming. Costruzione di un itinerario outgoing-
  • Costruzione di un itinerario incoming e outgoing complesso con tutti i servizi turistici annessi.
  • Business Travel
  • Events and Congresses. Pianificazione e gestione di congresso e di un evento con tutti i servizi accessori, sia in incoming che in outgoing.
  • Costruzione del pacchetto servizi Italia come DMC
  • Costruzione del pacchetto servizi Italia o estero come MICE

Valentina Feliziani. MODULI DI ECONOMIA

Obiettivi

Gli obiettivi dei moduli di economia sono fornire allo studente gli strumenti base e le conoscenze fondamentali per muoversi nel settore turistico. Il percorso è pensato per dare un quadro completo dell’economia del turismo ed è rivolto sia a intenda creare e sviluppare una impresa turistica, sia a chi si avvicini alle professioni turistiche sia infine a chi voglia lavorare in un sistema turistico pubblico impegnato nello sviluppo locale.

Programma

1. Introduzione all’economia del turismo:

  • la tassonomia del turismo;
  • le professioni turistiche;
  • le imprese turistiche;
  • la legislazione turistica;
  • il settore pubblico.

2. Tourism Management:

  • i tour operator e la programmazione turistica;
  • l’agenzia viaggi: organizzazione e gestione;
  • l’impresa turistica alberghiera;
  • il settore crocieristico.

3. Elementi di gestione di azienda e di progetto:

  • marketing turistico;
  • bilancio e contabilità ordinaria;
  • business plan;
  • europrogettazione.

4. Il Destination Management:

  • la capacità di accoglienza turistica: la capacità di carico sociale, fisica ed economica;
  • il ciclo di vita del turismo;
  • il turismo sostenibile.

METODOLOGIA DIDATTICA

Il percorso formativo è concepito affiancando le necessarie conoscenze teoriche a esercitazioni, simulazioni e presentazioni di casi pratici. La didattica prevede quindi l’utilizzo di supporti informatici e mutimediali.

Alessandro Fiorentino  Titolo del seminario: Il segmento lusso nel turismo

Il seminario affronterà il tema delle dinamiche di sviluppo del mercato e il settore luxury hotels.

Manlio Formica. Titolo del seminario: La tutela del consumatore – fruitore dei pacchetti turistici

Analisi delle fattispecie significative in cui si profilano forme di responsabilità dei prestatori di servizi turistici, con peculiare riguardo alla inesatta ovvero mancata esecuzione delle obbligazioni derivanti dal contratto di vendita del pacchetto turistico. Esame delle disposizioni normative, nazionali ed europee, rilevanti e dei principali arresti giurisprudenziali.

LEZ.1: La tutela del consumatore fruitore dei pacchetti turistici

1) Introduzione alla responsabilità contrattuale ed extracontrattuale nel nostro ordinamento 2) Il contratto di pacchetto turistico 3) Responsabilità del tour operator e dell’intermediario 4) Il danno da vacanza rovinata tra normativa comunitaria e regolamentazione interna

LEZ. 2: La sponsorizzazione nel settore dei beni culturali

1) Il contratto di sponsorizzazione tra pubblico e privato 2) Il collegamento appalti-sponsorizzazione: la clausola di sponsorizzazione 3) Forme di partenariato pubblico-privato nei processi di valorizzazione dei beni culturali 4) Il nuovo Codice degli Appalti e la equiparazione tra il regime di affidamento delle sponsorizzazioni culturali e quello previsto per le sponsorizzazioni ordinarie

LEZ. 3: L'utilizzo dei beni del demanio marittimo per finalità turistico-ricreative

1) Regime giuridico dei beni pubblici 2) La gestione del demanio marittimo tra Stato ed Autonomie territoriali 3) Le concessioni demaniali marittime tra normativa interna e comunitaria 4) La tutela del demanio marittimo

Fiorella Ialongo. Programma

Le imprese legate al turismo stanno affrontando una serie di sfide legate ai mercati globali in cui emergono importanti player che condizionano fortemente la concorrenza. Per cercare di vincerla, le aziende stanno puntando sulla informatizzazione e digitalizzazione. In questa trasformazione il capitale umano rappresenta un elemento fondamentale per la sua capacità di produrre innovazione elaborando idee creative. Per questo le lezioni analizzeranno il passaggio dalla Sharing alla Gig Economy, quest’ultima conosciuta anche come economia on-demand, e le linee strategiche attuate dalle piattaforme digitali internazionali. In questo percorso la didattica sarà basata sull’apprendimento attraverso casi concreti partendo da un presupposto. Vi è una diffusa convinzione che alcune delle più importanti trasformazioni nell’offerta di servizi e prodotti siano il risultato dell’attività di un ristretto numero di protagonisti digitali concentrati prevalentemente dall’altra parte dell’Oceano Atlantico. Attraverso un’analisi più approfondita ci si può invece rendere conto che molte delle novità tecnologiche sono il frutto di una sperimentazione attuata da startupper collegati ad un ecosistema che le supporta. Tale lavoro condiviso genera un cambiamento dal basso nella modalità di costituzione ed operatività dell’attività imprenditoriale. Si analizzeranno pertanto casi selezionati che possano evidenziare sia questo processo bottom up unito ad una cultura manageriale di successo e positiva; sia come tali iniziative imprenditoriali siano in grado di soddisfare con la creatività i bisogni dei mercati di riferimento. Gli studenti del master incontreranno dei protagonisti del mondo del lavoro attraverso le startup innovative che operano nel campo del turismo della LUISS ENLABS, uno degli acceleratori più importanti a livello europeo e con collegamenti ai network tecnologici globali. Accanto ad esso sarà analizzato l’ecosistema di Startupbootcamp, l’acceleratore verticale globale di startup che ha lanciato la seconda edizione di Startupbootcamp FoodTech, che è stato il primo programma di accelerazione globale ed indipendente al mondo nel settore foodtech. Un secondo schema di riferimento sarà il profondo cambiamento nelle modalità di finanziamento del restauro museale con riflessi sul turismo e la valorizzazione del nostro patrimonio artistico. Il modello esaminato sarà il “mecenatismo 2.0” dell’organizzazione non profit “LoveItaly” ed il suo progetto di recupero del simbolo della storia e cultura di Capri: il Chiostro Piccolo della Certosa di San Giacomo. Questa costruzione è uno dei gioielli del polo museale della Campania. Il terzo punto di riferimento teso a stimolare negli studenti la capacità di progettare un futuro qualificato sarà l’ “Academy Born2code”. Essa verrà esaminata come caso dimostrativo sia di formazione di nuove professionalità digitali per innovare l’esperienza museale; sia di business in cui le imprese coinvolte cooperano in un sistema armonico.

Stefano Landi. Programma:

GIORNO 1

  • Marketing, turismo e territorio
  • Identità e marca, marketing turistico e territoriale
  • Modelli di sviluppo dell’offerta (turistica)
  • Destinazioni, motivazioni, passioni (turista prosumer)
  • Prestazioni ed emozioni

GIORNO 2

Marketing e individuo: i soggetti del consumo e della fruizione

  • Modelli di domanda a fronte dell’offerta: il ciclo di vita del prodotto turistico
  • Dalle “P” di Kotler alla piramide dei bisogni di Maslow. Focus sul fattore prezzo
  • Il meccanismo razionale ed emotivo delle scelte
  • Il caso dei trasporti turistici, degli alloggi, dei servizi

 GIORNO 3

Marketing e gruppi: chi si comporta come, e perché?

  • Viaggi da soli, con piccoli gruppi, viaggi di massa
  • La segmentazione strutturale
  • I gruppi e le psicografie
  • Valori e tribù
Sonia Massari Programma: Food Studies e Food System Design

 

Lezione 1 - I Food Studies e  Food Design education: 1) Cosa sono 2) Storia 3) Come si stanno evolvendo a livello internazionale 4) Case Studies interessanti

Lezione 2 - Food Culture Design: workshop 1) inspiration 2) ideation 3) prototyping 4) testing

Massimiliano Montanari. Programma: F&B Management

Argomenti del corso:

1. Il mondo della ristorazione e la classificazione dei ristoranti;

a. Panoramica sulle diverse tipologie di impresa ristorativa

Reparti ristorativi in albergo;

b. Cucina

  • Organigramma
  • Organizzazione del lavoro
  • Il timing

c. Ristorante

  • Organigramma
  • Organizzazione del lavoro
  • Il timing

d. Bar

  • Organigramma
  • Organizzazione del lavoro
  • Il timing

e. Room service

  • Organigramma
  • Organizzazione del lavoro
  • Il timing

f.    Altri servizi

  • Frigobar
  • Cenni di banchettistica
  • Economato
  • Altri reparti

g.      Food  & Beverage Manager

i.     Ruolo

  • Responsabilità
  • Esperienza

2.      La carta e i suoi ruoli

a.      I vari tipi di carta

b.      Il menu strumento di marketing

c.       Cenni di Food Cost Attivo, Passivo e Costo Primo (l’importanza di controllare i costi);

d.      Introduzione al Menu Engineering e al pricing

3.      La ristorazione banchettistica

a.      Peculiarità

b.      Welcome coffee

c.       Coffe break – coffe station

d.      Colazione di lavoro

e.      Cena di gala

Metodologia:  Il corso si svolge abbinando la teoria alla pratica. Le numerose simulazioni pratiche inserite permetteranno ai partecipanti di acquisire strumenti di lavoro riutilizzabili.

Alfredo MorroneIl diritto pubblico del turismo  (la competenza delle Regioni e la Giurisprudenza della Corte Costituzionale)

1. Il diritto pubblico del turismo (la competenza delle Regioni e la Giurisprudenza della Corte Costituzionale;

2. La materia del turismo nell’ambito del MIBACT;

3. L’art. 9 della Costituzione e la funzione del turismo culturale quale veicolo di fruizione e valorizzazione del patrimonio culturale;

4. I principi dell’Unione Europea e del diritto Internazionale in materia.

Prima lezione: Come sviluppare una propria idea di business (Metodologie di redazione del PB in 7 steps, Analisi Swot, Costruzione di un foglio Excel: step logici).

Seconda lezione: Analisi e posizionamento sul mercato. Grandezza e trend, Identificazione della concorrenza 3. Come si individua il differenziatore (prezzo, qualità, servizio, clientela, locazione ecc., Determinare il posizionamento di mercato, ecc.)

Terza lezione: Costruzione del BP

Roberto NecciTitolo dei laboratori:

Valutazioni economico finanziarie dell'impresa alberghiera.

Prima parte: I modelli economici, Il modello Liberista,  Il modello Keynesiano, Il modello marxista. I sistemi giuridici, Civil Law, Common Law, I sistemi misti.

Seconda parte: Il bilancio d'esercizio, Costo fisso e Costo Variabile nell'impresa alberghiera, Lo Stato Patrimoniale, Conto Economico, Nota integrativa, Roi, Roe, Ebitda, GoP, Le strutture di finanziamento tipiche dell'impresa alberghiera. 

Patrizia Pasolini. Titolo del Laboratorio:

Il primo laboratorio consisterà in una presentazione dei dati economici del mondo del congressuale sia a livello internazionale che in Italia, con:

  • riferimento alle organizzazioni ed associazioni attive a livello internazionale e presenti in Italia, quali per esempio Federcongressi, MPI, ICCA e Convention Bureau Italia
  • panoramica delle fiere e degli appuntamenti più importanti del settore
  • dati e statistiche sul posizionamento dell'Italia per il settore MICE tratti da ICCA

una breve presentazione di Symposia e del lavoro che solitamente svolge un PCO con:

  • organigramma e organizzazione del lavoro di agenzia
  • attività organizzative pre, durante e post congresso
  • attività legate agli aspetti economici del congresso quali impostazione del budget preventivo, monitoraggio e consuntivazione
  • fonti di finanziamento di un congresso: congressi con sponsor e/o committente e congressi con quote di iscrizione
  • attività in qualità di Provider ECM

Question time

Il laboratorio del pomeriggio sarà dedicato a esercitazioni interattive in piccoli gruppi su attività tipiche di un PCO, quali stesura di un preventivo, progettazione del programma sociale di un evento, organizzazione del brefing con il personale coinvolto ecc. presentazione del lavoro svolto dai gruppi a cura di un rappresentante per ogni gruppo

Docenti:

la sottoscritta e un paio di componenti dello staff Symposia che si alterneranno per la presentazione con slides e per l'organizzazione delle esercitazioni nel pomeriggio

Obiettivi:

la giornata dedicata al settore congressuale si propone di:

  • fornire un quadro generale di riferimento
  • presentare rapidamente l'importanza anche economica di questo comparto
  • stimolare interesse attraverso la messa in evidenza delle possibili opportunità di inserimento per giovani competenti e motivati

alla fine della giornata sarà possibile per i discenti esprimere il loro interesse a svolgere un periodi di stage presso Symposia. Qualora l'interesse venisse poi confermato sarà possibile organizzare degli appuntamenti conoscitivi ad hoc e avviare degli stage programmati in collaborazione con la vostra segreteria

Bibliografia:

non esistono molti documenti ufficiali pubblicati sul comparto congressuale in Italia, ma si possono reperire interessanti informazioni nei siti delle organizzazioni presenti in Italia, per esempio

  • sito ICCA
  • sito CBI
  • sito Federcongressi
  • sito MPI Capitolo Italia

Tema del laboratorio: Chiunque operi nel settore turistico, dal responsabile di un B&B a gestione familiare al grande ristoratore, dal consulente di marketing al traduttore specializzato, deve fare i conti con l’importanza di curare la propria immagine e visibilità in rete. Attraverso una serie di esercitazioni pratiche, gli studenti apprenderanno le principali tecniche di ottimizzazione dei contenuti web in funzione dei motori di ricerca (SEO), le regole stilistiche del web writing, le strategie di content marketing e di blogging, gli elementi di base del social media marketing. L’obiettivo è raggiungere una buona padronanza delle tecniche di comunicazione online, per poter contribuire alla promozione delle imprese turistiche sul web.

Webliografia di riferimento

  • http://www.html.it/guide/guida-web-writing/
  • http://www.mestierediscrivere.com/
  • http://searchengineland.com/guide/what-is-seo
  • https://www.nngroup.com/articles/usability-101-introduction-to-usability/
  • http://www.socialmediaexaminer.com/social-media-marketing-tips-pros/
  • https://moz.com/beginners-guide-to-content-marketing
  • http://thetomorrowlab.com/2016/03/content-marketing-travel-tourism/

Simona Staffieri. Programma : Lezioni statistica per Ricerche di mercato

Cenni introduttivi alla statistica

  • Definizioni e notazioni di base (tipi di dato e tipi di variabili)
  • Rilevazione dei dati
  • Distribuzioni di frequenza, tabelle e grafici
  • Valori medi e Misure di variabilità
  • La relazione tra due variabili

Fonti statistiche per il turismo

Le fonti statistiche in Italia

  • Le fonti statistiche sulla domanda turistica
  • Le fonti statistiche sull’offerta turistica
  • L’indagine sul turismo internazionale

Le fonti statistiche internazionali

  • Eurostat
  • Eurobarometro sulle attitudini dei cittadini europei verso il turismo
  • WTO

Ricerche di mercato: Costruzione di un'indagine statistica - Report statistici

  • Definizione degli obiettivi;
  • Raccolta dati secondari
  • Ricerche qualitative/individuazione fattori chiave
  • Pianificazione indagine quantitativa
  • Definizione questionario e fase test
  • Rilevazione
  • Analisi dati
  • Presentazione risultati, predisposizione report

Carlo TestoniTitolo dei 3 laboratori: Sviluppo di un progetto imprenditoriale

La nascita di una nuova realtà aziendale o lo sviluppo di un progetto imprenditoriale devono essere supportate da uno studio in grado di fornire informazioni di natura economico-aziendale che fungano da linee guida nel corso delle attività di sviluppo della nuova realtà o del progetto. In questo ambito si colloca la redazione del Business Plan, ovvero quel documento il cui obiettivo è sintetizzare i contenuti e le caratteristiche di un progetto imprenditoriale, al fine di ridurre gli errori di valutazione, minimizzare i rischi, valutare la fattibilità dell’impresa o del progetto imprenditoriale e definirne il piano di sviluppo.

Obiettivi

Al termine del corso di Business Plan per Startup in ambito Turistico gli studenti saranno in grado di: verificare la fattibilità economico-finanziaria dell’idea imprenditoriale; analizzare il mercato di riferimento e la concorrenza; definire i punti di forza e di debolezza del progetto; redigere il piano d’impresa; utilizzare strumenti informatici a supporto dell’attività di redazione del Business Plan.

Contenuti

Il corso approfondisce lo studio del Business Plan attraverso un’illustrazione guidata alle sue caratteristiche principali, alla sua redazione, ai suoi contenuti e alle molteplici finalità per cui può essere proficuamente impiegato nella vita di un’impresa, come nella creazione di una start-up. I temi sono affrontati con una metodologia fortemente operativa, attraverso esercitazioni sulla redazione di un Business Plan per Startup in ambito turistico.

Il programma sarà suddiviso in due parti:

1) Parte descrittiva

  1. La redazione del Business Plan: requisiti e fasi 
  2. Struttura del documento: schemi di riferimento
  3. La descrizione del business: l'azienda, il settore, il mercato, il prodotto, le strategie 

2) Parte economico-finanziaria

  1. Piano delle vendite e della produzione
  2. Il piano degli investimenti e delle fonti di finanziamento
  3. Il piano economico-finanziario e il controllo della sostenibilità
  4. Analisi modello Business Plan e simulazioni su Excel